Sito di Aldo "GiPinoZetino"De Leonardi

...Di Moto, di Viaggi e di Amici

HOME MOTO BLOG RACCONTI 2 PASSI VIAGGI INCONTRI PASSATI INCONTRI FUTURI AUTO LINK

MOTOGIRO CARBONARO 2003 25 - 26 e 27 aprile

1265 km in Italia Centrale

Gran bella gita, forse solo un pelo "tirata" : Genova - Sarzana - Volterra - Siena - Montefiascone sul lago di Bolsena - Pitigliano - Argentario - Massa Marittima - Genova.

Queste le mete toccate (ma proprio toccate) per una 3 giorni molto intensa.

Un ringraziamento ai Motocinghiali per l'organizzazione ed un caloroso abbraccio ai compagni di viaggio, in Particolare ad Umberta (che mi ha sopportato per tutti questi km), a Perto (stavolta non sempre motoscopa :-)) ), ad Alessandro ed Annalisa che ci hanno accompagnato per la maggior parte del viaggio e a Danilo e Manuela, nuovi amici a due ruote che spero di incontrare presto.

Purtroppo all'andata non siamo riusciti nell'intento di evitare totalmente la sardostrada causa ritardi vari siamo partiti alla volta di Sarzana perorrendo la A12, anzichè il Bracco... ci siamo poi rifatti da Pontedera a Volterra e poi sino a Siena (accumulando ritardo, stavolta, a causa dei camper che intasano quelle strade).

A Siena l'incontro con i "Senior" dei motociclisti su Internet : Wile e Settimio. Da qui è Settimio a condurre le danze, e devo dire che lo fa proprio bene, gran belle stradine, che fanno dimenticare subito la sardostrada.

Bellissima Pienza, che merita sicuramente un'ulteriore visita (come già Volterra e Siena).

In breve siamo a Montefiascone, in riva al lago di Bolsena : veramente una bella "pozza"..abituati come siamo ai grandi laghi qui a nord.. :-))

La sera passa piacevolmente, cenando e chiacchierando con il gruppo organizzatore, composto da Fazer-isti e TDM-isti.

Il 26 si parte presto, incredibilmente puntuali, alla volta di Pitigliano : se una cittadina medievale può sturpire, Pitigliano sbalordisce. E non oso immaginare come deve essere la sera, illuminata com'è da fari ben architettati!! Sorge su un costone, in parte scavata nella roccia, in parte costruita sulla stessa, fondendosi con la roccia che la sostiene. Impressionanti le opere di archi e ponti per unire le varie parti.. veramente molto bella. Ci torneremo in serata, per ora transitiamo solo. Passando poi per Scansano raggiungiamo il mare. Il giro dell'Argentario viene rimandato al pomeriggio perchè pranziamo all'aperto ed il tempo minaccia di peggiorare (per ora è solo un po' nuvoloso). Dopo pranzo (in un luogo magnifico, punto panoramico sulla zona lacustre davanti ad Orbetello) accade un piccolo incidente: un TDM rimane senza leva del freno.. si scende tutti ad Orbetello ed i piani sono un po' sconvolti.. ma uno sparuto gruppetto (io, Alessandro, Danilo e Perto) partiamo ugualmente,dopo esserci assicurati che la leva arriverà in un paio d'ore,e andiamo verso Cala Piccola. Un fugace incontro con Johnny e Giuliana e la loro nuova compagna bavarese, e qui ci perdiamo : le strade poco segnalate ci fanno arrivare prima praticamente in casa di un locale, poi verso Porto Ercole, ma la strada diventa sterrata e parecchio bruttina.Il panorama che possiamo ammirare da queste strade è bellissimo e ripaga il "giro a vuoto".. finalmente imbocchiamo la strada per Cala Piccola, ed anche qui il panorama è bellissimo, ma molto turistico.. sembra di essere a Portofino, tutto bellissimo ma troppo perfetto per essere reale.. molto più bella la parte selvaggia che abbiamo ammirato durante gli sbagli (a mio avviso).

Ora ci ricongiungiamo al gruppo.. appena in tempo, perchè il TDM è riparato e possiamo proseguire con il programma (anche se è tardi).. la strada da Magliano a Pitigliano è una vera libidine da smanettoni, mi lascio un po' prendere la mano e si va.. strada larga, ottimo asfalto.. qualche sorpasso da fare, ma nel complesso poco traffico, ed eccoci a Pitigliano per una breve sosta.. da dentro il paese si rivela meno appariscente : il bello del posto è ammirarlo da fuori. Certo è pur sempre un bel paese medievale, ma totalemente "spinto" al turismo.

Il rientro a Montefiascone avviene velocemente, doccia e cena (sempre abbondante ed ottima!).

Il risveglio al giorno del ritorno è caratterizzato dall'umidità : è piovuto ed ora l'asfalto bagnato non invoglia certo a riprendere la marcia.. ma ci tocca. Dopo una abbondante colazione ed i saluti di rito, io e Perto ripartiamo alla volta di Magliano.. poi verso Scansano e verso nord a Grosseto. Qui incontriamo Alessandro e Annalisa e infiliamo l'aurelia (che non ha nulla a che fare con l'aurelia che percorro ogni giorno da Genova a Savona) diretti a nord : complice lo scarso traffico e l'arrivo del sole decidiamo di pranzare a Massa Marittima. Paesino medievale poco più a sud di Volterra, posto in cima ad un costone, conserva magnificamente una grande piazza su cui si affacciano la chiesa e begli edifici in pietra, un grande castello domina dall'alto tutto il paese. Un gioviale bottegaio ci prepara ottimi panini che consumiamo su comode
panchine nel centro del paesino. Ma la vacanza è finita, bisogna rincasare.

Qualche sorpresa la riserva ancora la strada che sale da Massa Marittima a Volterra, attraverso la Valle del Diavolo : un intrigo di tubi che arrivano ad alte e larghe ciminiera (in stile ai fumaioli delle centrali nucleari) svelano che tutta la valle è una grande centrale termica che sfrutta la termogeologia. Molto strana ed intrigante, svela un paesaggio da fantascenza, certo tutti questi tubi e ciminiere saranno ecologici, ma deturpano non poco il panorama!

Da Volterra, giriamo decisamente verso Cecina, aurelia sino a Livorno e poi la solita A12.. tra code, blocchi, camper che tagliano la strada e pazzi che cambiano corsia ogni 3 per 2 senza alcuna segnalazione (ed un buon numero di motociclisti sulla corsia d'emergenza!) alle 19 raggiungiamo casa. 1265 km, tante curve, tanto sole.. una gita ben riuscita che ha messo molta curiosità sulle zone attorno ad Orvieto e attorno a Siena.

Lampeggi rincasati.. ma pronti a ripartire!! :-))

25-04-2003

26-04-2003

26-04-2003

26-04-2003

26-04-2003

26-04-2003

26-04-2003

26-04-2003

26-04-2003

26-04-2003

26-04-2003

26-04-2003

26-04-2003

26-04-2003

26-04-2003

27-04-2003

27-04-2003

27-04-2003

27-04-2003

27-04-2003

27-04-2003

27-04-2003


Per tornare ad inizio pagina

Per tornare alla pagina precedente

© copyright 2007 Aldo De Leonardi